logo
logo_certificazione_ita

Screen

Layout

Cpanel

Divisione traffico

  • PDF
 
1 "Autovelox" è ...
2 Come funziona l’Autovelox?
3 Gli agenti sono obbligati a mandare la foto insieme al verbale di notifica?
4 Ci sono due veicoli nella stessa fotografia: la multa resta valida?
5 A quando risale il primo Autovelox?
6 E’ possibile intercettare gli Autovelox?
7 La lacca per capelli serve ad evitare le multe?
8 I CD sul cruscotto anteriore o posteriore e gli anti-autovelox sono efficaci?
9 E’ utile consigliare il modo per evitare il controllo di velocità?
10 La velocità è il principale fattore di incidenti?
11 Gli Autovelox possono sbagliare?
12 Gli Autovelox sono tarati?
13 I laser dell’Autovelox sono pericolosi per gli occhi?
1 Domanda: "Autovelox" è ...
Risposta: ... un marchio registrato da Sodi Scientifica SpA, anche se in molti paesi è ormai sinonimo di controllo di velocità. In particolare, in Italia è da molti anni presente sui dizionari della lingua italiana.

Top

2 Domanda: Come funziona l’Autovelox?
Risposta: L’Autovelox è basato su una coppia di raggi laser che attraversano perpendicolarmente la strada sotto controllo. L’interruzione dei due raggi da parte del veicolo in transito (auto, moto o autocarro) determina la misura della velocità sulla base della formula spazio/tempo, dove lo spazio è quello fra i due raggi laser ed il tempo è quello che intercorre fra l’interruzione del primo raggio e del secondo.

Top

3 Domanda: Gli agenti sono obbligati a mandare la foto insieme al verbale di notifica?
Risposta: No, per la legge sulla privacy, ma può essere richiesta dal trasgressore.

Top

4 Domanda: Ci sono due veicoli nella stessa fotografia: la multa resta valida?
Risposta: Dalla posizione del veicolo nella foto si determina con certezza quello che ha commesso l’infrazione. Inoltre, l’ultima generazione di Autovelox, grazie ad un particolare dispositivo, scatta due foto ad ogni veicolo in infrazione, una delle quali ritrae solo il veicolo in infrazione.

Top

5 Domanda: A quando risale il primo Autovelox?
Risposta: I primi studi di Fiorello Sodi sono del 1966. Negli anni ’70, a seguito della crisi petrolifera, tali studi si concretizzarono in un prodotto, il modello "101" venduto alla Polizia Stradale italiana.

Top

6 Domanda: E’ possibile intercettare gli Autovelox?
Risposta: Da prove svolte nel corso degli anni, tutti i dispositivi in commercio per la rilevazione degli Autovelox si sono dimostrati inefficaci.

Top

7 Domanda: La lacca per capelli serve ad evitare le multe?
Risposta: Oggi è pressoché inutile anche presso i coiffeur. Quanto all’Autovelox, lo è sempre stato. Nonostante ciò, è la favola metropolitana più dura a morire. L’intento degli ideatori era, evidentemente, quello di rendere la targa riflettente e quindi illeggibile nella foto in quanto sovrailluminata.

Top

8 Domanda: I CD sul cruscotto anteriore o posteriore e gli anti-autovelox sono efficaci?
Risposta: Anche queste sono misure inefficaci con l’Autovelox. E’ stata la polizia stradale della sezione di Roma a sfatare il mito: un giorno ha installato gli strumenti sulla Roma-Fiumicino ed ha constatato che gli Autovelox rilevavano esattamente l’infrazione anche con la presenza del CD o dell’anti-autovelox. Inoltre, dall’1 gennaio 2000 la vendita e l’uso di questi ultimi in Italia è vietato dalla legge n° 472/99.

Top

9 Domanda: E’ utile consigliare il modo per evitare il controllo di velocità?
Risposta: Certamente lo è per evitare un esborso monetario o la sospensione della patente. Ma è anche necessario prendere atto di una cruda realtà: la velocità eccessiva uccide. Quindi, segnalare la presenza di una pattuglia con l’Autovelox sfarettando o inviando messaggi via radio è certamente una pratica popolare, ma altrettanto pericolosa per l’incolumità di tutti coloro che si avventurano quotidianamente sulle nostre strade, perché diffonde la cultura dell’incolumità nei confronti della legge, e induce a pigiare sull’acceleratore.

Top

10 Domanda: La velocità è il principale fattore di incidenti?
Risposta: Dalle più recenti statistiche sugli incidenti riferibili al comportamento del conducente, la velocità è la causa più importante di incidenti dopo la guida distratta. Il terzo fattore di incidenti è la distanza tra i veicoli.

Top

11 Domanda: Gli Autovelox possono sbagliare?
Risposta: Ogni modello di Autovelox viene inizialmente approvato da un ente competente (in Italia è il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) che ne certifica la precisione e l’affidabilità. La Cassazione ha più volte chiarito che le rilevazioni di velocità con apparecchiature approvate sono da ritenersi valide, e che il loro malfunzionamento deve essere provato dal ricorrente.

Top

12 Domanda: Gli Autovelox sono tarati?
Sì. La Sodi Scientifica effettua una taratura iniziale al momento della vendita. In seguito, su richiesta dei propri clienti, effettua delle tarature periodiche in base alle procedure aziendali certificate UNI EN ISO:9001:2000 o presso Centri SIT appositamente accreditati. Per una completa informazione vai a http://www.sodi.com/sicurezza/dettaglio_sicurezza.asp?ID_SICUREZZA=14.

Top

13 Domanda: I laser dell’Autovelox sono pericolosi per gli occhi?
Risposta: No, i laser installati su TUTTE le apparecchiature della Sodi Scientifica sono certificate in Classe 1 ("CLASS 1 eye safe") ed hanno superato i più severi test internazionali sulla sicurezza delle emissioni laser.

Top

Contattaci

Sodi Scientifica S.p.A.
Via Poliziano, 20
50041 Calenzano (FI)
ITALY

 

  • Tel. +39 055 886861
  • Fax +39 055 8873140
  • E-mail generale: info@sodi.com

Dati fiscali

  • C.F. / P.IVA / Registro imprese : 01573730486
  • R.E.A. Firenze n. 282804
  • Cap. Soc. versato € 1.400.000

Avviso Legale

Il contenuto di questo sito web - informazioni, materiali, dati, immagini, ecc. compresi - é di esclusiva proprietà di Sodi Scientifica S.p.A.
Leggi tutto...