logo
iso_9001_col

Screen

Layout

Cpanel

Normativa Codice della strada

Postazioni Autovelox visibili.

  • PDF

Il Tribunale Civile di Caltanissetta, con sentenza del 15/11/2015, ha stabilito che, ai fini della validità del verbale di accertamento, deve ritenersi sufficiente la preventiva segnalazione, agli automobilisti, della postazione di dispositivo automatico di controllo a mezzo di apposita cartellonistica o di dispositivi luminosi ben visibili, essendo irrilevante l'ulteriore visibilità della postazione di controllo in sé. L'art. 142 comma 6 bis del c.d.s. stabilisce che le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all'impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi le cui modalità di impiego sono stabilite con decreto del Ministro dei trasporti, di concerto con il Ministro dell'interno.

tribunale civile caltanisetta 15 11 2015.pdf

 


Controllo con postazioni Autovelox presidiate

  • PDF

Con una recente nota il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha ribadito che per svolgere accertamenti circa le violazioni dell'eccesso di velocità con apparecchiature omologate a tale scopo, e con la presenza dell'organo di polizia stradale, non occorra alcuna preventiva autorizzazione del Prefetto localmente competente, salvo ovviamente che sussista la competenza territoriale dell'organo accertatore e sempre nel rispetto del coordinamento esercitato dal medesimo Prefetto, il quale, nell'esercizio delle sue funzioni, ha anche il compito di evitare un'eventuale sovrapposizione di una medesima attività di controllo espletata contemporaneamente da parte di più organi di polizia stradale su uno stesso tratto di strada, nel rispetto delle pari competenze attribuite ex lege a quest'ultimi ai sensi dell'art. 12, comma 1, del Codice della strada.
Si riporta di seguito il testo della nota ministeriale.

controllo_della_velocita_con_postazioni_autovelox_presidiate_nota_.pdf

 


Controllo con Autovelox automatici su autostrade e strade extraurbane principali

  • PDF

Con una recente nota, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha confermato che la rilevazione "a distanza" delle violazioni alle norme di cui all' art. 142 del Codice della strada è sempre consentita sulle Autostrade e sulle strade extraurbane principali, e può essere consentita anche sulle strade extraurbane secondarie e sulle strade urbane di scorrimento ma è necessario venga emanato apposito decreto prefettizio. Inoltre lo stesso Ministero ha ricordato che gli organi di polizia municipale, nell' ambito del territorio comunale, sono abilitati a compiere legittimamente la loro attività di accertamento istituzionale nell' ambito dell' espletamento dei servizi di polizia stradale, senza che abbia rilievo la circostanza relativa alla tipologia della strada che attraversa lo stesso, e quindi ben possono effettuare accertamenti e contestazioni di violazioni di norme del codice della strada anche quando il tracciato su cui si verifica l'infrazione sia una strada statale, regionale o provinciale dentro o fuori del centro abitato.

Si riporta di seguito il testo della nota ministeriale.

Controllo con autovelox automatici nota.pdf

 



La Corte costituzionale dichiara l’illegittimità degli strumenti di controllo della velocità che non sono sottoposti alla taratura

  • PDF

Con Sentenza n° 113/2015 del 29/04/2015, la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 45, comma 6, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), nella parte in cui non prevede che tutte le apparecchiature impiegate nell’accertamento delle violazioni dei limiti di velocità siano sottoposte a verifiche periodiche di funzionalità e di taratura.
Si riporta di seguito copia della sentenza e articolo de Il Sole 24 Ore.

Corte Costituzionale su taratura Articolo Sole24ore

Corte Costituzionale Pronuncia 113 2015

 


Annullata multa con Scout Speed

  • PDF

Con sentenza dell’8 marzo 2016, il Giudice di Pace di Firenze ha accolto il ricorso avverso una sanzione amministrativa per eccesso di velocità rilevata con la strumentazione Scout Speed, in quanto non soddisfa le prescrizioni ex. Art. 142 comma 6 che impongono il presegnalamento della postazione di controllo.
Si riporta di seguito copia della sentenza.

Sentenza Scout Speed

Contattaci

Sodi Scientifica Srl
Via Poliziano, 20
50041 Calenzano (FI)
ITALY

 

  • Tel. +39 055 886861
  • Fax +39 055 8873140
  • E-mail generale: info@sodi.com

Privacy Policy

Dati fiscali

  • C.F. / P.IVA / Registro imprese : 01573730486
  • R.E.A. Firenze n. 282804
  • Cap. Soc. versato € 1.400.000

Avviso Legale

Il contenuto di questo sito web - informazioni, materiali, dati, immagini, ecc. compresi - é di esclusiva proprietà di Sodi Scientifica Srl
Leggi tutto...